" " " "

Sindrome del tunnel carpale: cos’è, sintomi, diagnosi e trattamento

Sindrome del tunnel carpale e fisioterapia: iltrattamento fisioterapico

Per sindrome del tunnel carpale si intende una sindrome da compressione del nervo mediano a livello del tunnel carpale, struttura che gli permette di attraversare il polso.
I maggiori sintomi sono formicolio, senso di intorpidimento e dolore, alle volte talmente forte da svegliare il soggetto durante la notte, e localizzato a livello delle prime tre dita della mano e parzialmente della quarta, nella zona palmare. In alcuni casi è visibile anche una secchezza della pelle, riduzione della sensibilità e atrofia dei muscoli che permettono i movimenti del pollice.
Le cause sono molteplici e il disturbo può dipendere da:

  • cause anatomiche (un tunnel carpale più stretto predispone maggiormente allo sviluppo della sindrome),
  • sesso (sono più colpite le donne),
  • familiarità,
  • presenza di altre patologie (diabete, artrite reumatoide, obesità),
  • gravidanza,
  • traumi,
  • attività manuali ripetitive (suonare uno strumento o lavorare al pc per molte ore al giorno).

Per la diagnosi è spesso sufficiente solo l’esame obiettivo con la descrizione dei sintomi. Due sono i test cardine per la valutazione del disturbo: la manovra di Phalen e il segno di Tinel.

A seconda della gravità dei sintomi, il trattamento può essere conservativo (con utilizzo di un tutore per il polso, un protocollo di esercizi mirati o terapia fisica strumentale come tecarterapia e laserterapia) o chirurgico.

Per consulenze o sedute di fisioterapia, potete mettervi in contatto con la nostra fisioterapista (dottoressa Ilaria) al nostro indirizzo email: info@ravengami.it.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *