Taylor Swift, The Lakes: traduzione e testo brano

The Lakes – Taylor Swift: traduzione e testo

The Lakes è una canzone di Taylor Swift contenuta nell’album Folklore.

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

Taylor Swift – Folklore: Testo e traduzione di tutte le canzoni canzoni dell’album

testo

Is it romantic how all of my elegies eulogize me?
I’m not cut out for all these cynical clones
These hunters with cell phones

Take me to the lakes, where all the poets went to die
I don’t belong and, my beloved, neither do you
Those Windermere peaks look like a perfect place to cry
I’m setting off, but not without my muse

What should be over burrowed under my skin
In heart-stopping waves of hurt
I’ve come too far to watch some namedropping sleaze
Tell me what are my words worth

Take me to the lakes, where all the poets went to die
I don’t belong and, my beloved, neither do you
Those Windermere peaks look like a perfect place to cry
I’m setting off, but not without my muse

I want auroras and sad prose
I want to watch wisteria grow right over my bare feet
‘Cause I haven’t moved in years
And I want you right here
A red rose grew up out of ice frozen ground
With no one around to tweet it
While I bathe in cliffside pools
With my calamitous love and insurmountable grief

Take me to the lakes, where all the poets went to die
I don’t belong and, my beloved, neither do you
Those Windermere peaks look like a perfect place to cry
I’m setting off, but not without my muse
No, not without you

traduzione

È romantico come tutte le mie elegie che mi elogiano?
Non sono tagliato per tutti questi cinici cloni
Questi cacciatori con i cellulari

Portami ai laghi, dove morirono tutti i poeti
Io non appartengo e, mio amato, nemmeno tu
Quelle vette Windermere sembrano un posto perfetto per piangere
Sto partendo, ma non senza la mia ispirazione poetica

Cosa dovrebbe essere scavato sotto la mia pelle
In ondate di dolore strazianti
Sono andata troppo lontano per prendere un po’ di tregua
Dimmi quanto valgono le mie parole

Portami ai laghi, dove morirono tutti i poeti
Non appartengo e, mio amato, nemmeno tu
Quelle vette Windermere sembrano un posto perfetto per piangere
Sto partendo, ma non senza la mia ispirazione poetica

Voglio aurore e prosa triste
Voglio vedere il glicine crescere sui miei piedi nudi
Perché non mi muovo da anni
E ti voglio proprio qui
Una rosa rossa è cresciuta dal terreno ghiacciato
Con nessuno in giro a twittarla
Mentre faccio il bagno nelle piscine a picco sul mare
Con il mio disastroso amore e il mio insormontabile dolore

Portami ai laghi, dove morirono tutti i poeti
Non appartengo e, mia amato, nemmeno tu
Quelle vette Windermere sembrano un posto perfetto per piangere
Sto partendo, ma non senza la mia ispirazione poetica
No, non senza di te

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *