La Prima Volta – Ernia: testo brano

Ernia – La Prima Volta: testo brano

La Prima Volta è un singolo di Ernia contenuto nell’album Gemelli ascendente Milano.

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

[Strofa 1]
Erano gli anni dei citofoni e di MSN
Mia madre che diceva: “Copriti” al me tredicenne
Io stavo fuori con gli amici, era metà Dicembre
E a quell’età con le ragazze, sai, non ci si intende
Così che un giorno uno di questi scende nella via
Con una tipa dicendo: “Questa è un’amica mia”
Era una compagna di classe, cosa vuoi che sia?
Io non capivo, già lo sai che è gelosia
E in una foto che ho trovato abbiamo gli occhi rossi
E non sembrava neanche adulta, non che io lo fossi
Avrei voluto io sedermi in mezzo a quelle gambe
Ma a quell’età parlar d’amore, sai che imbarazzante
Ma quando usciva l’argomento eravam tutti buoni
Tutti esperti, tutti già con dei racconti, tutti campioni
Formati in qualche storia estiva ci giocavamo l’asso
Ma io sapevo che nessuno aveva fatto un cazzo

[Ritornello]
Oh, oh, oh
Non fermarmi le mani, respiriamo appena, non era nei piani (Ehi)
Poi saremo lontani, dopo questa attesa sarai di altri domani (Ehi)
Ma non l’avevo fatto prima, fatto prima e invece te
Io non l’avevo fatto prima, fatto prima e invece

[Strofa 2]
Non siamo educati all’emotività
Le aspettative son più alte della realtà
Ti fai delle domande, ci giri intorno
E poi finisce che impariamo ad amare dai porno
Sì, passano i mesi, io conosco questa
A scuola in mensa, sta al piano di sopra, anche lei in terza
E la sera la chiamavo, stavo a casa dai suoi
Con la voce che tremava tipo chiara con voi
E lei parlava a bassa voce dalla cameretta
Mentre sua madre l’ ascoltava dall’altra cornetta
Ed una sera lei mi dice: “Domani mattina
I miei son via, vuoi venire, l’hai mai fatto prima?”
E io ero tipo: “Che domande, è ovvio che l’ho fatto”
E invece sarebbe stata quella la mia prima volta
Eravamo stesi all’ombra per nasconder la vergogna
E rimasi deluso perché non mi piacque affatto
Abbiamo le prime volte impresse nella memoria
Le seconde le dimentichi, perché è già noia
Non puoi fare rewind alla fine del film
Ma a volte pagherei per rifarlo così
Così

[Ritornello]
Oh, oh, oh
Non fermarmi le mani, respiriamo appena, non era nei piani (Ehi)
Poi saremo lontani, dopo questa attesa sarai di altri domani (Ehi)
Ma non l’avevo fatto prima, fatto prima e invece te
Io non l’avevo fatto prima, fatto prima e invece
Oh, oh, oh
Non fermarmi le mani, respiriamo appena, non era nei piani (Ehi)
Poi saremo lontani, dopo questa attesa sarai di altri domani (Ehi)
Ma non l’avevo fatto prima, fatto prima e invece te
Io non l’avevo fatto prima, fatto prima e invece

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *