È sempre Mezzogiorno oggi: torta sfogliata furba della Cattelani

È sempre Mezzogiorno 4 giugno: ricetta torta sfogliata di Natalia Cattelani

Nella puntata di oggi di È sempre Mezzogiorno la cuoca Natalia Cattelani ha preparato la torta sfogliata furba. Ecco gli ingredienti per la pasta sfoglia furba: 100 g di farina 00, 100 g di burro freddo, 50 ml di acqua fredda, 30 g di zucchero a velo e sale. Per la farcitura: 300 g di yogurt greco, 150 ml di panna montata zuccherata, 80 g di latte condensato e la scorza di un limone. Per decorare: 10 fragole, 2 kiwi, 2 pesche gialle piccole, 120 g di mirtilli, 20 g di confettura di pesche, 20 ml di acqua, 20 g di zucchero e foglie di menta. Passiamo ora al procedimento della ricetta. Per la pasta sfoglia furba, nel mixer miscelare la farina con il burro freddo a dadini per pochi secondi, poi aggiungere il sale e l’acqua. Frullare fino a quando il composto non si sarà raggruppato in briciole grossolane, togliere subito e formare un panetto. Stendere l’impasto sulla spianatoia e formare un rettangolo, arrotolarlo partendo dal lato più lungo ottenendo così un lungo rotolo. Usare il mattarello per appiattire il rotolino e avvolgerlo poi su sé stesso formando una spirale, coprire con la pellicola e mettere a riposare in frigo per almeno un’ora. Riprendere la pasta sfoglia e tirarla dalla parte più stretta fino ad ottenere un rettangolo. Bucherellare la superficie e formare dei bordi ripiegando verso il centro l’impasto. Cospargere abbondantemente con lo zucchero a velo e cuocere in forno a 180° per circa 20 minuti ponendo poi per altri 5 minuti la sfoglia vicino al grill per far caramellare lo zucchero a velo. Per la farcitura, unire allo yogurt il latte condensato, la scorza di limone e da ultimo la panna montata zuccherata, distribuire il composto sulla sfoglia raffreddata, decorare con fettine di frutta fresca a piacere. Spennellare la superficie del dolce con un cucchiaio di confettura di pesche sciolta in altrettanta acqua e zucchero, guarnire con foglie di menta.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *