Chicago, Mecna & CoCo: testo singolo

Mecna & CoCo – Chicago: testo singolo

Chicago è un singolo di Mecna & CoCo contenuto nell’album congiunto Bromance.

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

[Pre-ritornello: Coco & Mecna]
Dimmi dove vai se
Non sai dove andare
Tutto sembra uguale
A come l’ho lasciato
Non ci fare caso
Il cielo minacciava grandine
Stava per colpirmi fino a che

[Ritornello: CoCo]
Non sei arrivata tu
Come un tornado
Non eri nei miei piani
Però un po’ ti aspettavo
Sei come un blues a Chicago
Tu sei l’unica che
Può vedermi anche se scompaio

[Strofa 1: Mecna]
Ho chiesto scusa e ho detto grazie
Ma la corrente mi riporta le ansie
L’amore dura una stagione in queste storie pazze
Ed io so come ritrovarti anche tra mille facce
Che ci separano ogni volta che qualcosa nasce (mua)
Verso il caffè dentro le nuove tazze
Mi chiedo che farai domani, stai dalla mia parte?
Il primo sorso è sempre amaro, aggiungerei del latte
Ne parlavamo l’altra sera insieme a De André
Noi che non siamo bravi, sovrastati dai dubbi
A piangere nelle mani e ad asciugarci coi pugni
E un blues sembra Chicago ed allontana le nubi
Adesso che ci baciamo si odiano quasi tutti
Ma non scordare tutto quello che ho passato fino ad arrivarci
Non brucio le tappe, non voglio scottarmi
Ho mezzo sorriso nascosto quando mi ringrazi
Avevo smesso di sperarci (ma sei arrivata tu)

[Ritornello: CoCo]
Ma sei arrivata tu
Come un tornado
Non eri nei miei piani
Però un po’ ti aspettavo
Sei come un blues a Chicago
Tu sei l’unica che
Può vedermi anche se scompaio

[Strofa 2: CoCo]
Ah, ho chiesto scusa, ho detto: “Dammi”
Ma erano cose che sapevo già di meritarmi
Ho visto sogni sgretolarsi prima di schiantarsi
Lo sai com’è, certe abitudini peggiorano con gli anni
Come i graffi sopra i marmi
Fingere di accontentarsi è come ingoiare sassi
Devi fare attenzione al rumore quando li mastichi
Davanti agli altri, cerco scuse per isolarmi
Da solo da tre giorni però in testa ho un Houseparty
Parlo soltanto di me, perché non conosco tanto
O chi si
Guardano sempre lontano
Flashback ogni volta che ci vediamo
Saluto e mi presento da capo (Corrado)
Steso sul bordo di un cratere
Scrivo a tutti che sto bene
Appendo quadri in casa per nascondere le crepe
Aspetto ancora l’alba mentre cicco in un bicchiere
Stavo quasi per cadere

[Ritornello: CoCo]
Ma sei arrivata tu
Come un tornado
Non eri nei miei piani
Però un po’ ti aspettavo
Sei come un blues a Chicago
Tu sei l’unica che
Può vedermi anche se scompaio

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *