Le madri degli altri, Fedez: testo singolo

Fedez ft. Tananai – Le madri degli altri: testo singolo

Le madri degli altri è un singolo di Fedez con Tananai contenuto nell’album Disumano.

Di seguito trovate il testo del singolo:

testo

Hola, ti racconto una storia
C’era una volta una signora
Che risparmiava sulla spesa
Ora mia madre lavora
Finché ‘sta musica funziona
Finché un amico non mi froda
Non voglio più sentirla certa roba

No, dai, Beethoven la nona
Poteva pure andarmi peggio

Una sveltina dentro al cesso
Invece guarda quanti baci
Come quando si salutano gli angeli
Come la curva del Napoli
Come le madri degli altri
Come le madri degli altri, eh

Tu dimmi dove se stasera
Che mi faccio mezzo mondo
Per rivederti
Tu non preoccuparti
Che se esageriamo ci portano gli altri

Eh, prova a avvicinarsi, manco lei si fida
California a fuoco, mamma che l’aiuta
Pensa che devo fare la fila
Ma io penso alla sua amica
[?] manco fosse la metà
Questa balbetta manco fosse la metà
Ti amavo che questo cielo manco fosse la metà

Forse mi sbagliavo, non eri la mia metà

Poteva pure andarmi peggio
Una sveltina dentro al cesso
Invece guarda quanti baci
Come quando si salutano gli angeli
Come la curva del Napoli
Come le madri degli altri
Come le madri degli altri, eh

Nebbia, fumo denso esce dalla portiera nera
Quel matto ha un appuntamento in Brera
Spera di cavarsela pure ‘sta sera
Ognuno sopravvive alla propria maniera
Hola, ti racconto una storia
Il terzo giorno di scuola mi hanno rubato la giacca
Ma mai la parola
Finché ‘sta musica funziona
Finché mia figlia non mi odia
Non voglio più sentirla certa roba

No, dai, Beethoven la nona
Poteva pure andarmi peggio
Una sveltina dentro al cesso
Invece guarda quanti baci
Come quando si salutano gli angeli
Come la curva del Napoli
Come le madri degli altri
Come le madri degli altri, eh

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *