Ghemon – Due Settimane: testo

Ghemon – Due Settimane: testo

Due Settimane è la canzone di Ghemon contenuta nell’album Scritto Nelle Stelle.

Di seguito trovate il testo della canzone:

testo

Spero che tu non abbia niente in programma sta sera
Che io appena metto il culo sul divano sverrò
No, ma quale cena fuori, non provarci nemmeno
Hai ragione, che i miei amici non li vedo da un po’
È un momento che mi sa un po’ di giornate incompiute
E di pessime battute nei gruppi WhatsApp
Di Deliverii che tanto mangio davanti al computer
Dai, davvero non ho voglia di riprendere la macchina

E lo so che nelle scorse due settimane (E lo so)
Ho soltanto lavorato e sono stato irraggiungibile (Ma non è colpa mia)
Sono così concentrato che non riesco a staccare (No, no, no)
E non fare la drammatica che ti viene da ridere

Mia madre mi consiglia di portarti a ballare
Ma non sa che neanche mi ricordo come si fa
Somigli a quei pupazzi avanti a ogni centro commerciale
E lo so che stai pensando che è un’immagine ridicola
Questa barba da eremita non la taglio da un mese
Vesto come un ragazzino ma non ho più l’età
Per l’intimità si sono un po’ allungate le attese
Ma non ho mica intenzione di fare il voto di castità

E lo so che nelle scorse due settimane (E lo so)
Ho soltanto lavorato e sono stato irraggiungibile (Ma non è colpa mia)
Sono così concentrato che non riesco a staccare (No, no, no)
E non fare la drammatica che ti viene da ridere

Perché in fondo tu (Perché in fondo tu)
Desideri solo che io mi lasci andare
E non sono impeccabile, ma è come vorrei
Che mi (?)”Ti amo, sì così come sei” (Come sei)

E lo so che nelle scorse due settimane (E lo so)
Ho soltanto lavorato e sono stato irraggiungibile (Ma non è colpa mia)
Sono così concentrato che non riesco a staccare (No, no, no)
E non fare la drammatica che ti viene da ridere
E lo so che nelle scorse due settimane (E lo so)
Ho soltanto lavorato e sono stato irraggiungibile (Ma non è colpa mia)
Sono così concentrato che non riesco a staccare (No, no, no)
E non fare la drammatica che ti viene da ridere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *