Sorry Papi, Bad Bunny: traduzione e testo

Bad Bunny & ABRA, Sorry Papi: traduzione e testo

Sorry Papi è una canzone di Bad Bunny con ABRA contenuta nell’album El Último Tour del Mundo.

Di seguito trovate il testo e la traduzione della canzone:

testo

Ey, ey
La tierra tiembla cuando te mueve’
Si es por mí te doy de vierne’ a jueve’, eh
No hay quién la releve
Si no es un 10 es un 9.9
La nena es top
Cacha to’ los drop
Chiquita y peligrosa como una Glock
Ya casi no sube story, mucho menos Tik Tok
Yo soy fan de ella, estoy pendiente de to’
De to’ su’ movimiento’
Ver ese culo es un evento
Ven, jódeme los sentimiento’
Y te compro un apartamento

Móntate conmigo en el Ferrari que me sobra un asiento
Tú va’ a ser mía, lo presiento
Aunque detrás tienes que tener doscientos
Te voy a tirar diez mil quinientos
Dime, a ver

Sorry papi
Yo soy tu mami
No, yo hago lo que yo quiera
Y también tengo lo mío en la cartera

Sorry papi
Yo soy tu mami
No, yo hago lo que yo quiera
Y también tengo lo mío en la cartera

Nah, cómo va hacer
Dime qué tengo que hacer
Ya mismo va a amanecer
A ti te doy hasta la clave de mi cel
Quiero comerte como Cell
¿Cómo te llamas?
Nos podemos conocer
Te juro que será un placer
Esos ojitos te lo hicieron a pincel
Otra como tú no vuelve a nacer

Ese culo es arte de exhibición
Si quiere’ yo pago una suscripción
Diosa, esa es tu definición
Te quiero con to’ y la bendición
Única, no tiene gemela
Tú te mereces caminar en pasarela
Fuma y los ojos se ponen como espinela
Quiero hacerte un gol y que suenen las vuvuzelas

Algunos piensan que es de Venezuela
Pero es de PR, adicta a la candela
Mami, tú eres mi santa, yo te prendo vela
Esperando a que me quiera

Sorry papi
Yo soy tu mami
No, yo hago lo que yo quiera
Y también tengo lo mío en la cartera

Sorry papi
Yo soy tu mami
No, yo hago lo que yo quiera
Y también tengo lo mío en la cartera

(Yo no soy tu mami)
(Yo hago lo que yo quiera)
(Y también tengo lo mío en la cartera)
What the hell

traduzione

Hey Hey
La terra trema quando ti muove
Se è per colpa mia, te lo do da venerdì a giovedì, eh
Non c’è nessuno che possa darle il cambio
Se non è un 10 è un 9,9
La ragazza è al top
Piccolo e pericoloso come una glock
Quasi nessuna storia viene caricata più, tanto meno Tik Tok
Sono un suo fan, sono consapevole di tutto
Dal suo movimento
Vedi quel culo è un evento
Vieni, fanculo i sentimenti
E ti compro un appartamento

Corri con me sulla Ferrari di cui mi resta un posto
Sarai mio, lo sento
Anche se dietro devi averne duecento
Ti lancio diecimilacinquecento
Dimmi, vediamo

Scusa papà
Sono tua mamma
No, faccio quello che voglio
E ho anche il mio nel portafoglio

Scusa papà
Sono tua mamma
No, faccio quello che voglio
E ho anche il mio nel portafoglio

Nah, come stai
Dimmi cosa devo fare
L’alba adesso
Ti do anche la chiave del mio cellulare
Voglio mangiarti come Cell
Come ti chiami?
Possiamo incontrarci
Giuro che sarà un piacere
Quei piccoli occhi te l’hanno fatto con un pennello
Un altro come te non è nato di nuovo

Quel culo è arte dello spettacolo
Se vuoi ‘pago un abbonamento
Dea questa è la tua definizione
Ti amo con tutto e con la benedizione
Single, non ha gemelli
Ti meriti di sfilare in passerella
Fumo e occhi girano come spinello
Voglio segnare un gol e far suonare le vuvuzela

Alcuni pensano che provenga dal Venezuela
Ma è di PR, dipendente dalla candela
Mamma, sei la mia santa, ti accendo una candela
Aspettando che tu mi ami

Scusa papà
Sono tua mamma
No, faccio quello che voglio
E ho anche il mio nel portafoglio

Scusa papà
Sono tua mamma
No, faccio quello che voglio
E ho anche il mio nel portafoglio

(Non sono la tua mamma)
(Io faccio quello che voglio)
(E ho anche il mio nel portafoglio)
Che diavolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *