Daydreamer anticipazioni 15-19 marzo: trame puntate

Anticipazioni Daydreamer – Le ali del sogno, dal 15 al 19 marzo 2021: trame puntate

Lunedì 15 Marzo

Leyla e Emre decidono che e’ giunto il tempo di avere un figlio e di trovare una casa tutta per loro. Questo getta nello sconforto i genitori di lei. Yigit chiede a Sanem di sposarlo, ma la ragazza, aiutata da Cengiz e da Muzaffer, prende tempo.

Martedì 16 Marzo

Mihriban porta la figlia di Cansu da Sanem e le chiede di farle da babysitter, ma si tratta solo di uno stratagemma per lasciare Sanem e Can da soli.

Mercoledì 17 Marzo

Fra salse piccanti, e bebe’, prove di riavvicinamento di Can e Sanem. Mentre Can incarica un investigatore di indagare su Yigit, Aziz, Mihriban, Muzaffer, Deren e Ceycey “spiano” lui e Sanem, nell’intento di farli tornare insieme. Yigit crede che Can sia di nuovo in partenza, e lo dice a Sanem, la quale si precipita sulla barca di Can, e ne rimane “prigioniera”. Ma si tratta di un equivoco. Can e’ solo “partito” per vendere la barca.

Giovedì 18 Marzo

A corto di creme, Bulut si rammarica che Deren abbia gettato quelle recuperate dalla signora Ceren; e i due, visto che Sanem e’ assente, bloccata sulla barca, insieme a Deniz, decidono di produrle in proprio. Yigit, imbeccato da Muzaffer, si reca al negozio della signora Ceren e propone al marito di denunciare gli ospiti della tenuta di Mihiriban per scarsa igiene. Tutto mentre Leyla e Emre invitano Mihiriban, Aziz, Mevkibe e Nihat a una lezione di tango, osservati a distanza da Huma.

Venerdì 19 Marzo

Can e Sanem sono in barca insieme. La vicinanza forzata scioglie le riserve di lei che, dopo una battuta di pesca e un pranzo frugale, cede e si scusa con lui per aver cercato di cambiarlo quando ancora stavano insieme. Sulla spinta delle parole di Sanem, anche Can si scusa e i due si riconciliano con il loro passato, ignari di quanto sta succedendo alla tenuta. Il marito di Ceren, infatti, ha denunciato la Friki Harika per produzione e vendita di creme contraffatte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *