Fruits Basket: riassunto e recensione del 19° episodio

Il remake della serie del 2001 di Fruits Basket continua con un nuovissimo episodio che ci presenta un nuovo personaggio, la Scimmia dello Zodiaco Cinese!

Riassunto

Dopo averci presentato nel 18esimo episodio la Tigre, ora tocca alla Scimmia. Tohru Honda torna a casa Sohma, dove trova una ragazza intenta a prendere i libri che le sono appena caduti. Tohru si cala immediatamente per prendere i libri ma la ragazza sembra insistere purché non lo faccia, scusandosi con insistenza. Ella capisce immediatamente che la ragazza non è altro che Ritsu Sohma, la Scimmia dello Zodiaco e la figlia della proprietaria delle terme che ha visitato con la famiglia Sohma, i cui modi somigliano appunto a quelli della madre.

Ritsu, che intanto non fa altro che scusarsi, viene invitata a casa da Shigure Sohma. Dopo aver fatto le dovute presentazioni, Ritsu rivela che il motivo per cui si è presentata a casa Sohma era proprio Tohru e per conoscerla, regalandole dei libri sulla frutta non sapendole che altro frutto regalarle per il loro incontro.

Per questo motivo, si sentirà ancora una volta in colpa e cercherà di scappare, ma Tohru la ferma, andandole addosso. A quel punto, Ritsu si trasforma in una scimmia. La ragazza non riesce a capire come mai questo possa essere successo, dal momento che Ritsu è una ragazza e queste cose succedono solo quando qualcuno del sesso opposto abbraccia un Sohma. E’ Shigure allora a rivelare che Ritsu è in realtà un ragazzo e che egli si è sempre sentito al suo agio con dei vestiti femminili.

Ritsu si scusa con Shigure per non aver superato la sfida. E’ proprio in quel momento che arriva l’editor di Shigure, Mitchan, furiosa poiché Shigure deve ancora terminare il suo manoscritto. Shigure coglie l’occasione e chiede a Ritsu di mandarla via, dicendogli che è una stalker e che questa potrebbe essere la sua “seconda chance” di diventare forte. Dopo alcuni battibecchi fra i due, sia Tohru, Yuki che lo stesso Shigure escono fuori, facendo entrare Mitchan. Shigure allora le consegnerà il manoscritto, le cui prime pagine verranno però rovinate da Ritsu, che per sbaglio verserà il caffè su di esse. Mitchan sviene e Ritsu si sentirà così in colpa da tentare il suicidio. Verrà fermato da Tohru, che con un lungo discorso d’incoraggiamento trova la forza di andare avanti.

Quando tutto torna alla normalità, Shigure chiede a Mitchan e Ritsu di andare a prendere dei tokoyaki, così da finire di scrivere le pagine del manoscritto prima. I due, parlando, troveranno molto in comune, facendo nascere un’amicizia.

Il modo di comportarsi di Ritsu è simpatico e genuino, nonostante tutto ciò che dica lo pensi sul serio. E’ stato anche simpatico vedere come egli e l’editor di Shigure, esausta di come lui la tratti solo per divertirsi, siano così simili e nonostante ciò riescono ad essere un po’ meno paranoici. Sicuramente, passando più tempo assieme, riusciranno ad essere più sicuri di sè.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *